benvenuto nel nostro sito !

Durante il nostro viaggio di nozze negli USA abbiamo realizzato questo blog. Abbiamo raccontato giorno per giorno i nostri spostamenti, le tappe e le esperienze di questo incredibile viaggio. Mettiti comodo e parti dal primo post e poi sfoglia l'archivio ed immergiti nei nostri viaggi! :)

August 14 2008

Giorno 17: Viaggio Williams-Page

Tagged Under : ,

Da 2008-08-12 Wi…

Ci prepariamo per un viaggio di circa tre ore. Si parte da Williams, dalla Route 66 per arrivare nel cuore della riserva dei Navajo. Prima di partire, ci concediamo un po’ di tempo per goderci Williams, distretto storico sito sulla mitica Route 66 dove abbiamo passato i due giorni precedenti. Quando si percorre questa strada si sente davvero un clima speciale. Sulla strada passano decine di Harley Davidson rombanti, guidate da personaggi unici, con i loro giubbetti di pelle. Ci sono anche molte donne che guidano questi bolidi, anche loro con l’aria da vere dure. Qui in Arizona non si usa il casco. Perciò chi viaggia in moto ha bandane, cappelli, berretti di ogni genere.

Poi partiamo. Con le prime miglia passiamo attraverso foreste verdissime. Non è raro vedere volpi, cervi, mucche, scoiattoli. Le strade sono infinitamente dritte, belle, lisce.

Dopo un po’ le foreste finiscono e comincia il deserto. Immenso, grandissimo. All’orizzonte si vede solo deserto. Con la nostra auto ci passiamo in mezzo. Gli sfondi sono bellissimi. Con l’avvicinarsi a Page la sabbia diventa sempre più di color rosso e ci sono montagne di roccia. Questo tratto di strada è veramente bello.

Arriviamo a Page. Siamo nel mezzo della riserva degli indiani. I Navajo. O i nativi, come li chiamano qui. Il paesaggio che circonda Page è da far west. Abbiamo il tempo di lasciare la macchina in una sorta di parcheggio ai bordi della strada ed attraversare a piedi per circa un miglio il deserto. Ci sono 38°C, l’aria è bollente ed il sole picchia. Ma ne vale la pena perché stiamo andando a vedere il Colorado che passa attraverso il Glen Canyon. Troviamo così  il Colorado di un colore azzurro-verde che passa in mezzo ad un profondo canyon con rocce di colore rosso. Spettacolo suggestivo della natura.

Torniamo al nostro motel, giusto il tempo per passare ad un supermercato ed acquistare un Ipod nano.

August 10 2008

Giorno 14: Viaggio Phoenix-Sedona-Williams

Tagged Under : , , ,

Da 2008-08-09 Ph…

Da oggi comincia il nostro itinerario naturalistico. Viaggeremo attraversando canyon, deserti, valli, parchi, foreste ecc. Partiamo così da Phoenix con l’obiettivo di raggiungere Williams, una cittadina vicina al Grand Canyon.

Appena usciti da Phoenix cominciano a susseguirsi diversi paesaggi. Si passa da terreni aridi, ad aree verdi, a foreste, a montagne di color rosso.

Facciamo una deviazione passando per Sedona, dove è presente un paesaggio tipico da far west. Sedona è una gettonata località dove vengono girati molteplici western. Ottimo paesaggio circostante. Le montagne sono di colore rosso intenso. La cittadina è ambientata in stile far west, con piccoli negozi che vendono ogni genere di souvenir.

Proseguiamo verso Flagstaff e poi finalmente percorriamo la mitica route 66. Paesaggi bellissimi. Arriviamo a destinazione a Williams. Questa cittadina è veramente graziosa. Si intreccia lo stile da far west, con la mitologia della route 66. Soggiorniamo al Grand Canyon Hotel. E’ indubbiamente l’albergo più originale che abbiamo visto. Tutto è curato nei minimi dettagli. E’ in stile anni 60. E’ tutto perfetto. La proprietaria dell’hotel ci chiede di fare un giro per scegliere la camera. Inizialmente non capivamo perché pensavamo che una valeva l’altra. Invece ci rendiamo conto che ogni camera è tematica. Una è sullo stile Paris, un altra in stile far west, un altra in stile USA anni 60. La nostra si chiama boudoir. Il nome è tutto un programma. I corridoi dell’hotel sono pieni di oggetti antichi, cimelli della route 66, vecchi bagagli. Il pavimento è di legno, scricchiola, è irregolare. Nel corridoio non è nemmeno pianeggiante. Vi assicuriamo che è il migliore albergo su cui siamo stati. In controtendenza, abbiamo rete Wi-Fi in tutta la struttura.

Lasciamo i bagagli ed andiamo in esplorazione della cittadina. Spettacolare. In ogni locale ci sono i segni della mitica route 66. Si vedono le cose più particolari. Ci sono centauri a bordo delle bellissime Harley Davidson, super customizzate. C’è persino una stazione dei treni. Dov’è la stranezza? I treni sono a vapore! Bellissimi. Sembra di tornare indietro nel tempo di 100 anni.

Sta calando il sole, la route 66 diventa buia, si illuminano le insegne dei locali. Andiamo a consumare una super cena al Cruiser’s Café 66 dove fanno carne alla brace. Ordiniamo quello che sarà la cena più tosta dall’inizio del viaggio. Ci portano un vassoio grandissimo piena di carne alla bracie di vitello, maiale, pollo, con fagioli e varie salse. Una mangiata memorabile.

Sazi e stanchi torniamo all’albergo. Rimarremo qui per due giorni. Domani dovremmo riuscire a prendere il treno a vapore ed andare al Grand Canyon.

website design web hosting free wordpress themes best deals
*/ ?>