benvenuto nel nostro sito !

Durante il nostro viaggio di nozze negli USA abbiamo realizzato questo blog. Abbiamo raccontato giorno per giorno i nostri spostamenti, le tappe e le esperienze di questo incredibile viaggio. Mettiti comodo e parti dal primo post e poi sfoglia l'archivio ed immergiti nei nostri viaggi! :)

August 04 2008

Giorno 6: Viaggio New York-Philadelphia, Washington DC

Tagged Under : , , ,

Da 2008-08-01 Ne…

Oggi sperimentiamo per la prima volta l’ebrezza di viaggiare in auto negli USA. Abbiamo in programma la partenza da New York e l’arrivo a Washington DC passando per Philadelphia.

Di prima mattina ci facciamo portare con il taxi al rent car, dove ci danno una bellissima Chevrolet Malibu, bianca, nuovissima, 3600 di cilindrata. Ha il cambio automatico, come la maggior parte delle macchine americane. Appena ingrani la “D” di Drive, la macchina si comincia a muovere da sola, anche senza gas! Guidarla è un gioco da ragazzi. La parte centrale di New York non è molto difficile da attraversare. Sono tutti sensi unici, basta incolonnarsi ulla Avenue o sulla Street giusta. Poi se si sbaglia, basta girare alla successiva. Molto più incasinata invece è la parte della downtown, dove molte strade sono sotterranee ed il GPS non funziona. Abbiamo sfilato anche Ground Zero. Li abbiamo messo un po’ per uscire, poi finalmente imbocchiamo il tunnel giusto che ci porta nel New Jerzy, poi da lì cominciano le strade a 3, 4, 5, 6 corsie. Gli americani sono abbastanza attenti nella guida. Vanno tutti alla stessa velocità. Si passa sia a destra che a sinistra. Non è detto che i più lenti vanno a destra e i più veloci a sinistra.

Man mano che ci allontaniamo da New York il traffico diminuisce e la nostra Chevry sfila veloce sulle strade interstate.

Dopo circa 100 miglia facciamo una tappa a Philadelphia, che si trova lungo il nostro percorso. Il centro cittadino è piccolo ma ci sono una decina di grattaceli. Ci fermiamo un paio di ore per visitarla e poi ripartiamo per Washington per altre 130 miglia.

Prima di arrivare a Washington ci fermiamo per cena al Denni’s, dove veniamo serviti da una simpaticissima cameriera di nome Ashley con i capelli biondi e mesh colorate (verdi, blu…). Non capiamo molto quello che ci dice, però alla fine ordiniamo probabilmente ma migliore cena da quando siamo partiti.

Poi ripartiamo per Washington ed arriviamo finalmente al nostro model, dove rimarremo per due notti.

website design web hosting free wordpress themes best deals
*/ ?>